Come organizzare un team building

Come organizzare un Team Building

Le relazioni professionali all’interno del tuo gruppo aziendale non sono eccelse? Hai bisogno di ottimizzare la cooperazione tra i membri o vuoi motivare un gruppo di persone appena formato?

Se è cosi sei nel posto giusto, perché oggi parleremo di “come organizzare un Team Building” e quale tipologia scegliere. È bene precisarlo perché la tipologia prescelta varia a seconda degli obiettivi e del messaggio che si vogliono raggiungere/vuole trasmettere.

Tipologia di team building e obiettivi

Il primo passo è quello di determinare quali sono gli obiettivi target dell’azienda, perciò distingueremo due tipologie differenti: i team building formativi e quelli motivazionali.

Eventi di team building formativi: sono degli eventi che durano un paio di giorni, ed hanno come obiettivo principale sia quello di migliorare le capacità di di lavorare in team (team working) di un gruppo di persone, che si è appena formato, sia di potenziare le loro relazioni interpersonali.

Un esempio di team building formativo potrebbe essere il campeggio, visto la grande necessità di lavorare in gruppo.

Eventi di team building motivazionale: questo tipo di attività, che durano un paio di ore, sono di solito incorporati da altri eventi aziendali ed hanno come obiettivo o quello di trasmettere carica ed energia ad un team demotivato, o quello di trasmigrare dei messaggio orientati alla mission aziendale.

Un esempio di team bulding motivazionale potrebbe essere il “gioco dei nomi”, ovvero un gioco in cui i membri si lanciano la palla l’uno con gli altri, e alla fine di quest’ultimo, ovvero quando tutti hanno toccato la palla,  si chiede ai partecipanti di ripetere il nome di chi gli ha passato la palla e a chi l’hanno lanciata.

Budget aziendale

Dopo aver focalizzato  gli obiettivi da perseguire e la rispettiva tipologia di team building, il terzo passo è quello di pianificare il budget aziendale da mettere a disposizione. Quest’ultimo è strettamente correlato all’importanza/valore (in termini economici) che si attribuisce al progetto, su cui il team sta lavorando.

Perciò se il team in questione sta lavorando su un progetto considerato importante (in termini di ritorni economici), si presuppone che il budget messo a disposizione sia di una determinata portata, in parole povere: non si bada a spese! Invece, qualora il progetto fosse di poco conto è bene contenerne le spese.

Consigli su “come organizzare un team building”

Ti ricordo che:

un buon intervento di team building deve prevedere sempre attività individuali e di gruppo, inoltre è bene non dimenticare quali sono gli obiettivi di fondo su cui si sta puntando, ovvero: comunicazione e formazione professionale.

Spero i miei consigli ti siano utili e che tu sia arrivato alla fine dell’articolo, se è cosi ti invito a  condividere!

Buona giornata e buon lavoro!

Condividi questo articolo!