Il piano di comunicazione: quello che dovete sapere

Chiunque voglia organizzare un evento, di qualunque genere esso sia, dovrà studiare a tavolino anche un attento piano di comunicazione per farlo conoscere al pubblico. E se questo fatto è noto a chiunque, forse è meno chiaro come muoversi per progettarne uno veramente efficace e che conduca al raggiungimento dei risultati sperati.

L’argomento è sicuramente molto vasto e non basta certo un solo articolo per sviscerarlo completamente. Infatti, quello che ci proponiamo di fare oggi, è di gettare le fondamenta della questione. Come?! Offrendovi un semplice modello da seguire. Ma sappiate che, per massimizzare i risultati, non potete pensare di contare solo sulle vostre forze e capacità ma dovrete mettervi nelle mani di un ottimo ufficio stampa. Questo, grazie alla sua esperienza e alle sue conoscenze, è il solo in grado di comunicare il vostro evento al target di riferimento.

Il piano di comunicazione: un semplice modello

Piccola premessa: la comunicazione è un’aspetto che va progettato a tavolino, non si può pensare di improvvisarla. 

Innanzitutto, cos’è un piano di comunicazione?! Si tratta di un documento strategico che ha come compito principale quello di guidare tutte le attività che hanno come scopo il raggiungimento di un determinato obiettivo. In esso vengono stabiliti i contenuti, i mezzi, il budget e le tempistiche con le quali un determinato messaggio verrà comunicato all’esterno.

Per pianificare al meglio la vostra strategia di comunicazione, vi suggeriamo di seguire inizialmente questo semplice modello a 4 step.

Non voglio perdermi in chiacchiere come al solito, quindi procediamo immediatamente.

Step 1 – Definire gli obiettivi di comunicazione

Cosa volete ottenere?! Quali sono i vostri scopi?!

L’obiettivo di un piano di comunicazione deve essere la percezione del vostro prodotto, in questo caso un evento, da parte del vostro cliente tipo. Il fine ultimo della comunicazione è certamente quello della vendita, ma come è noto questo processo richiede diversi passaggi.

In questa fase è fondamentale che i vostri obiettivi siano S.M.A.R.T: Specifici, Misurabili, Accessibili (ovvero essere proporzionali alle risorse a disposizione), Realistici e collegati a un determinato periodo di Tempo.

Step 2 – Individuare le buyer personas

Le buyer personas si distinguono dal target per essere persone specifiche. Alessia, Eleonora, Mattia, Marco. Ognuno con le sue caratteristiche e le sue abitudini. Definire queste figure è fondamentale per sapere esattamente a chi si desidera rivolgersi e cosa fare per raggiungerli. 

Step 3 – Scegliere i mezzi di comunicazione (Communication mix)

Per far conoscere un evento al suo pubblici di riferimento, la scelta migliore è quella di un mix di diversi mezzi di comunicazione che permette di raggiungere la percentuale massima del vostro target. Il mix può eligere mezzi online, offline o entrambe le modalità. Quest’ultima, al giorno d’oggi, è infatti la strada più battuta e quella decisamente più efficace per raggiungere i risultati prefissati.

Step 4 – Elaborare una strategia di contenuti efficace

In questa fase, in base alle vostre aspettative, ai mezzi di comunicazione scelti e alle persone a cui vi rivolgere, dovrete produrre dei contenuti adeguati che rispondano alle domande “cosa vogliamo dire e a chi?!”.

Come capirete, questo è solo un primo accenno l’argomento piano di comunicazione, data la complessità della questione in sè.

Sperando di esservi stati utili, condividete questo articolo e non perdetevi i prossimi per arricchire le vostre conoscenze su questo tema.

A presto e buon lavoro!

Condividi questo articolo!