Regole per la progettazione di stand fieristici - pt. 1

Regole per la progettazione di stand fieristici – pt. 1

Parlando di progettazione di stand fieristici si potrebbero trattare davvero tanti, tantissimi temi.

Noi di Eventi&Fiere che, come suggerisce il nome dell’azienda, di fiere ne abbiamo viste un bel po’, possiamo affermare con certezza che spesso chi vi partecipa tende a perdere di vista l’obiettivo principale.

Qual’è, per l’appunto, il motivo per cui la vostra azienda dovrebbe decidere di andare in fiera? Presto detto!

Un evento fieristico che possa dirsi di successo deve attrarre nuovi clienti, consolidare i rapporti con i partner fidelizzati, esibire prodotti e scovare nuovi fornitori e collaboratori. In parole povere: il vostro stand è la vostra vetrina. Vediamo quindi come progettarlo nel modo più attraente e funzionale possibile.

Progettazione di stand fieristici: come fare?!

Regola numero uno: look e mood del vostro stand

A determinare il look e il mood dello stand saranno i vostri obiettivi di vendita, marketing e la vostra immagine aziendale. I prodotti esposti, la grafica scelta e il tipo di comunicazione utilizzata dovranno essere necessariamente coordinati al progetto in sé.

Come spesso ripetiamo negli articoli di questo blog, ogni elemento del vostro stand comunica un messaggio. Tale messaggio, per essere determinante ed efficace, deve essere rivolto e studiato su un target specifico nel contesto specifico.

Regola numero due: less is more

E’ risaputo che partecipare a una fiera non è affatto economico. Tuttavia, la maggior parte degli imprenditori sono abituati a pensare che uno stand, per risaltare tra gli altri, debba essere grande. Un grande stand, però, necessita di un grande budget di cui spesso non si dispone.

In questo articolo sulla progettazione di stand fieristici vorremmo proprio sovvertire questa credenza. Infatti, less is more. Uno stand piccolo ma perfettamente progettato suscita sempre grande interesse. Molto più di uno grande ma sul quale si è dovuto rinunciare a molti ma fondamentali dettagli per mancanza di budget.

Regola numero 3: provate il vostro stand in anticipo

La progettazione di stand fieristici consiste essenzialmente nel tradurre ambizioni e idee in un’ambientazione che vi permetta di realizzarle. Concretizzare un’idea è però un’operazione assai complessa e, per quanti progettisti tiriate in ballo, vedere il vostro stand disegnato su carta o vederlo dal vivo fa la sua sostanziale differenza.

Per questo vi suggeriamo di provare il vostro stand in anticipo, allestendolo all’interno della vostra azienda in uno spazio adeguato. Questo vi permetterà di apportare grandi o piccoli aggiustamenti in corso d’opera senza accorgervene in fiera quando sarete già con l’acqua alla gola. E inoltre, vi farà risparmiare tempo e avere una visione quanto più limpida della suddivisione degli spazi in base alla varie funzioni e alla conseguente attribuzione dei ruoli alle persone che collaboreranno con voi.

Regola numero 4: siate creativi

Una volta realizzata la struttura architettonica occorre disporre in modo organico e funzionale tutti gli altri componenti: monitor, luci e suoni. Ma anche presentazioni multimediali, grafica e presentazioni varie.

La struttura architettonica deve essere adeguata per accogliere, illustrare, coinvolgere e permettere ai vostri visitatori di sostare per parlare e, di conseguenza, implica il rispetto di alcune regole. Per quanto riguarda il resto, invece, potrete sbizzarrirvi.

Un’efficace prova del nove potrà essere quella di fingervi visitatori, compiere il loro stesso percorso e riflettere sulle vostre impressioni: vi è piaciuto visitare lo stand oppure no?

Regola numero 5: adattatevi il vostro budget

La progettazione di stand fieristici di successo non implica necessariamente l’utilizzo di grandi budget. Piuttosto che acquistare lo stand, noleggiatelo! Non è necessario acquistare gli elementi che utilizzerete per articolare e arredare gli spazi, potete noleggiarli per il periodo in cui ne avrete necessità. Oltre al risparmio di denaro, risparmierete anche spazio nei vostri magazzini senza rischiare di lasciare lì allestimenti che, come accade quasi sempre, non riproporrete ad un’altra fiera.

Come starete notando, l’argomento sulla progettazione degli stand fieristici è assai ampio.

Quindi, stay tuned per la seconda parte. Intanto, però, condividete numerosi!

A presto e buon lavoro

Condividi questo articolo!