Come-organizzare-una-fiera-campionaria

Come organizzare una fiera campionaria

Hai l’obiettivo di far conoscere i tuoi prodotti ad aziende e venditori? Stringere relazioni e trovare nuovi partner aziendali? E perché no, magari creare un nuovo bacino di clienti? La fiera campionaria è ciò che fa per te. Una vetrina di lancio per la tua azienda e i tuoi prodotti!

Naturalmente la prima domanda che ci poniamo è: perché partecipare ad una fiera campionaria? La seconda, che ci interessa di più, è: come si organizza una fiera campionaria? Ma prima di rispondere a queste domande togliamoci ogni dubbio su cos’è con esattezza una fiera campionaria. Andiamo a scoprirlo brevemente insieme!

Cos’è una fiera campionaria

Una fiera campionaria è una sorta di grande vetrina d’esposizione. Assume grande importanza soprattutto per tutti i professionisti di settore che intendono lanciare sul mercato i propri prodotti, farsi conoscere, ma anche un’occasione irripetibile di scoprire le ultime novità.

Gli obiettivi sono quelli di far conoscere i propri prodotti alle altre aziende e cercare di stringere nuove relazioni con partner aziendali. Un’azienda giovane, che ha bisogno di crescere e che vuole crescere, non può esimersi dal partecipare. Proprio per questo vediamo di non perderci più in chiacchiere e centriamo subito il punto… come si organizza una fiera campionaria?

Come si organizza una fiera campionaria

Definire gli obiettivi

La prima cosa da stabilire è sempre l’obiettivo che si intende raggiungere. Perché voglio partecipare alla fiera? Voglio che i miei prodotti vengano riconosciuti in Italia ma anche all’estero? Voglio allargare la mia cerchia di clienti? Oppure trovare nuovi partner aziendali con la quale collaborare? Insomma, questo è il primo passo per organizzare il tuo spazio all’interno di una fiera campionaria.

Definire il budget

Naturalmente il budget è fondamentale. Importante è fare una valutazione iniziale su tutti i costi necessari (l’iscrizione all’evento, il noleggio degli allestimenti necessari, uno staff efficace e preparato ecc.) per capire dove possiamo arrivare. È grazie alla nostra disponibilità economica che decidiamo se partecipare e in che modo farlo.

Costruire un team

Lo step successivo è costruire il team. Oltre a scegliere un team qualificato, dovrà possedere attitudini caratteriali specifiche: in fiera occorrono persone carismatiche, simpatiche e con buone capacità relazionali, capaci di coinvolgere il cliente.

Stilare piano di comunicazione

Stare fermi nel proprio stand, aspettando che il cliente si avvicini e limitandosi solo a distribuire volantini, non è proprio una buona idea. È necessario cercare di stabilire un contatto con il potenziale cliente e cercare di coinvolgerlo. Come fare? Un consiglio potrebbe essere quello di organizzare content, prove di prodotto,sedute di consulenza. Ma cosa più importante, fare in modo che il vostro potenziale cliente non si dimentichi di voi non appena finito l’evento.

Durante e post-fiera: cosa fare

Quando la fiera campionaria è alle porte bisogna essere pronti e carichi. Innanzitutto bisogna aver creato una check-list del materiale da portare allo stand. C’è bisogno dei volantini con offerte e gadget da lasciare al cliente, la creazione di un ambiente accogliente, il materiale necessario per la raccolta dei contatti ecc.

Da non trascurare è il fattore social. Sarebbe utile creare un diario di bordo, immortalando i momenti migliori con foto e video che documentino l’evento minuto per minuto sui canali social. Magari lanciando un hashtag legati all’evento per creare curiosità intorno al brand. Insomma, ci si può sbizzarrire

Fondamentale è gestire i contatti raccolti dopo la fiera campionaria inserendoli nella newsletter dedicata con l’intento di inviare contenuti informativi, offerte prodotti ecc. Utile sarebbe anche avviare campagna e-mail marketing di ringraziamento per la visita allo stand. 

Prima di lasciarci…

Ora hai un’idea generale su come organizzare una fiera campionaria, con informazioni utili e suggerimenti che sicuramente ti saranno di aiuto.

Spero l’articolo sia stato di tuo gradimento e che possa esserlo anche per i tuoi colleghi e amici. Cosa aspetti? Condividi l’articolo e diffondi il tuo sapere con loro!

Condividi questo articolo!